Theme Setting

Showcases

Background

This setting is only taking a look when select color and background.
If you want to set showcase color, background and disable Setting Bar, go to Templates Manager > AT-Templates > Global Tab

Go to Top


Nessun ragazzo metterebbe in dubbio il diritto dei genitori di sapere e di controllare dove va e cosa fa, e nessuno si sognerebbe di portare in casa persone estranee senza chiedere il permesso ai genitori e senza presentarle.

I ragazzi sanno che la loro vita sociale si svolge sotto il controllo parentale. Raramente i figli mettono in discussione questo fatto. Fanno molte cose di nascosto dai genitori ma difficilmente dicono loro "Voi non avete il diritto di controllarmi".

Ora si dà il caso che un computer con un accesso ad Internet rientri nella sfera delle relazioni sociali e non nell'inventario degli oggetti posseduti. Regalare un accesso ad internet somiglia più al regalare una viaggio studi all'estero, per esempio, che non al regalare una macchinina telecomandata.

La macchinina uno la usa da solo e come vuole. Il viaggio all'estero, che invece significa muoversi in posti e tra persone sconosciuti, può avvenire solo all'interno di un contesto di regole tanto più strette quanto più il viaggiatore è giovane.

Quando vanno in gita i ragazzi sono tutt'altro che liberi di fare quello che vogliono o di incontrare chiunque desiderino. Il controllo parentale resta presente per tutto il viaggio.

Resta presente attraverso le persone cui il genitore affida il compito della sorveglianza, che garantiscono che i ragazzi  frequentino solo certi posti, che abbiano contatti solo con certe persone e che seguano determinate regole di comportamento. I genitori restano presenti anche attraverso le famose telefonate serali: "Cosa avete fatto oggi? Cosa avete visto? Dove sei stato? Ti stai divertendo? Ti sei comportato bene? Mi raccomando!"

La prima regola che il giovane navigatore deve riconoscere, è quindi che le gite su Internet devono svolgersi sotto controllo e secondo regole precise.