Theme Setting

Showcases

Background

This setting is only taking a look when select color and background.
If you want to set showcase color, background and disable Setting Bar, go to Templates Manager > AT-Templates > Global Tab

Go to Top

Compatibilmente con le possibilità logistiche, il computer andrebbe posizionato posti che presentano certe caratteristiche.

Dev'essere in un ambiente condiviso da tutta la famiglia, ad esempio soggiorno o sala da pranzo. In questo modo il giovane navigatore saprà di essere sotto controllo e sarà meno soggetto a cedere a tentazioni.

Contemporaneamente vanno tutelati almeno gli aspetti fondamentali della privacy. Chi è al computer ha il diritto di fare le sue cose senza che il fratellino, la sorellina o la vicina che viene a trovarvi, possano ficcarci il naso con troppa facilità. Quindi in vista, ma non troppo. I fratelli devono sapere che non è educato sbirciare.

Dev'essere un ambiente sufficientemente tranquillo perché il computer possa essere usato anche per attività di studio o anche non di studio, che richiedano tranquillità e concentrazione.

In realtà queste condizioni sono difficilmente conciliabili tra loro. Inoltre con il diminuire dei costi dei computer, aumentano le famiglie che hanno più computer (uno per ogni figlio, più uno per i genitori), o che acquistano computer portatili.

Decidete voi quindi la disposizione logistica più ragionevole nel vostro caso.

Quello che è importante, è che il giovane navigatore sappia che il genitore ha diritto di verificare in qualsiasi momento l'uso che viene fatto del computer, proprio come può controllare cosa il figlio legge, con chi parla al telefono o con chi esce.

Quindi se il computer è nella sua stanzetta, mamma e papà possono in qualsiasi momento entrare per guardare in quali acque il cibernauta sta navigando.

Poiché la possibilità di controllo cessa quando i genitori sono fuori casa, sarebbe anche consigliabile che l'accesso ad Internet fosse interdetto quando questi sono entrambi assenti. Direi che più si tratta di bambini piccoli, più questa regola andrebbe scrupolosamente osservata.

D'altra parte, più un bambino è piccolo, meno può essere lasciato a casa da solo. Quindi forse si tratta di una regola inutile.

La porta spazio-temporale. Occorre liberarsi dall'idea che il computer, quello collegato ad Internet, sia un oggetto o un giocattolo privato, o che Internet costituisca un passatempo al pari di costruzioni, solitari, macchinine telecomandate.

Anche se visivamente può sembrare abbastanza simile ad un normale oggetto, ad un televisore per esempio, il funzionamento di un computer collegato in Rete è analogo a quello del dispositivo di teletrasporto della serie televisiva "Startreck" o alla porta spazio-temporale del film "Stargate": un saltino e ti ritrovi su pianeti lontanissimi, tra razze aliene.

Quel che è peggio, è che anche loro, gli alieni, un saltino e sono nella tua stanza. Speriamo non siano alieni ostili.

Quando regalate una connessione Internet a vostro figlio, spiegagli bene che non gli state dando un trenino elettrico o una scatola di costruzioni, ma un viaggio all'estero. Meglio ancora, gli state installando appunto una porta spazio-temporale, come quella che si vede nel film (e nella serie) "Stargate". Uno strumento potentissimo e pericoloso. Attraverso questa porta i cattivi di tutte le galassie possono irrompere nel vostro soggiorno.

Il concetto di porta spazio-temporale sposta la motivazione del controllo dalla mancanza di fiducia verso vostro figlio, alla oggettiva pericolosità delle razze aliene che possono varcare quella soglia. Questo vi evita di dare a vostro figlio la sensazione di non fidarvi di lui, o di trovarvi nella posizione contradittoria di chi dice di fidarsi, ma controlla ugualmente.

"Di te mi fido, ma quelli hanno armi che tu potresti non essere in grado di affrontare da solo", è un messaggio più coerente e accettabile. Se avete visto "Stargate", il film, questo concetto è molto facile da comprendere.

Il controllo della porta spazio-temporale significa che tra le regole potete inserire anche, che in qualsiasi momento potrete controllare cosa sta facendo con la connessione Internet, e più in generale con il computer. Potete aprire i file, controllare le cartelle, vedere cosa viene scaricato dai programmi di condivisione, verificare con chi chatta, con chi scambia posta elettronica...

Tutto questo in maniera analoga a quanto avviene nella vita reale, dove in qualsiasi momento i genitori possono controllare, per esempio, se i figli sono davvero dal compagno o dalla compagna di scuola a fare i compiti o se sono andati da qualche altra parte.

Può anche essere richiesta la loro collaborazione attiva. Niente password sconosciute ai genitori, niente posti segreti, proibito cancellare la cronologia di navigazione, obbligo di riferire e mostrare che uso si è fatto del computer, quali siti si sono visitati, quali esperienze si sono avute, quali file si stanno scaricando, quali si stanno facendo scaricare ad altri.

Potete anche provare a promuovere vostro figlio dal ruolo di controllato a quello di controllore, invitandolo a segnalarvi i possibili alieni, perché questi possano poi essere segnalati alla Polizia.


Nessun ragazzo metterebbe in dubbio il diritto dei genitori di sapere e di controllare dove va e cosa fa, e nessuno si sognerebbe di portare in casa persone estranee senza chiedere il permesso ai genitori e senza presentarle.

I ragazzi sanno che la loro vita sociale si svolge sotto il controllo parentale. Raramente i figli mettono in discussione questo fatto. Fanno molte cose di nascosto dai genitori ma difficilmente dicono loro "Voi non avete il diritto di controllarmi".

Ora si dà il caso che un computer con un accesso ad Internet rientri nella sfera delle relazioni sociali e non nell'inventario degli oggetti posseduti. Regalare un accesso ad internet somiglia più al regalare una viaggio studi all'estero, per esempio, che non al regalare una macchinina telecomandata.

La macchinina uno la usa da solo e come vuole. Il viaggio all'estero, che invece significa muoversi in posti e tra persone sconosciuti, può avvenire solo all'interno di un contesto di regole tanto più strette quanto più il viaggiatore è giovane.

Quando vanno in gita i ragazzi sono tutt'altro che liberi di fare quello che vogliono o di incontrare chiunque desiderino. Il controllo parentale resta presente per tutto il viaggio.

Resta presente attraverso le persone cui il genitore affida il compito della sorveglianza, che garantiscono che i ragazzi  frequentino solo certi posti, che abbiano contatti solo con certe persone e che seguano determinate regole di comportamento. I genitori restano presenti anche attraverso le famose telefonate serali: "Cosa avete fatto oggi? Cosa avete visto? Dove sei stato? Ti stai divertendo? Ti sei comportato bene? Mi raccomando!"

La prima regola che il giovane navigatore deve riconoscere, è quindi che le gite su Internet devono svolgersi sotto controllo e secondo regole precise.

IL MIGLIOR SOFTWARE PER PROTEGGERE I BAMBINI SUL WEB

IL MIGLIOR SOFTWARE PER PROTEGGERE I BAMBINI SUL WEB

IL MIGLIOR SOFTWARE PER PROTEGGERE I BAMBINI SUL WEB
Oramai in quasi tutte le famiglie è presente un computer ed una connessione Internet. I ragazzi ne fanno uso per fare ricerche, per collegarsi e condividere foto, immagini, informazioni, sui vari social networks come FACEBOOK ed amano vedere video su YOUTUBE ed altri portali. Inoltre, amano chattare su MSN e amano scaricare tramite programmi PEER TO PEER. Fin qui nessun problema se non un rischio di infettare il computer con numerosi virus, malware, spyware, ecc... Ma molti genitori sapranno o se non lo sanno, li informo io, che nel WEB sono presenti contenuti vietati ai minori, contenuti con scene, foto e video che inneggiano al razzismo, alla droga, a violenze di tutti  i tipi. Non parliamo dei portali WEB dove è possibile vedere tranquillamente interi filmati con contenuti per adulti.
 
Cosa possono fare questi genitori per controllare i propri figli ed impedire loro di visitare siti "pericolosi" ? Semplice, installare programmi per proteggere i bambini dalla navigazione, accidentale o no, su questi siti.
 
Descriverò oggi, una serie di programmi gratuiti, per la protezione, efficaci e molto semplici da usare. Come tecnico informatico sono stato chiamato numerose volte ad installare questi software freeware per impedire ai bambini di aprire determinati siti. Questi software vanno semplicemente installati e configurati per impedire l'accesso o per il controllo delle mail e chat dei bambini. Eccone un elenco a cui segue una breve descrizione e i links ai downloads :
  1. NAOMI
  2. PICBLOCK
  3. PGSURFER
  4. K9 WEB PROTECTION
  5. PARENTAL CONTROL BAR
NAOMI :
  1. Interfaccia utente semplicissima da utilizzare.
  2. Minima configurazione attraverso la creazione di una password unica.
  3. Blocco automatico del contenuto non adatto.
  4. Icona software in azione, nascondibile.
  5. Blocco di programmi PEER TO PEER : E-MULE, LIMEWIRE.
NAOMI : SOFTWARE PROTEZIONE BAMBINI NEL WEB
La software house sembra non lavorare più al suo sviluppo ma NAOMI lavora efficacemente su sistemi operativi come ME, 2000, XP, VISTA. La sua forza è nella semplicità d'uso e nella possibilità di nascondere l'icona del programma quando è in esecuzione.


DOWNLOAD QUI

PICBLOCK :
  1. Installazione rapida ed interfaccia user-friendly.
  2. Funzione di sfocatura o oscuramento di immagni per adulti.
  3. Funzione filtro su parole chiave.
  4. Report dettagliato sulle attività eseguite in Internet.
  5. Accesso tramite password di amministrazione.
http://www.cinchworks.com/banda3.jpg
Questo software è molto particolare poichè possiede, come avrete letto, una funzione di sfocatura molto ampia di foto con contenuto per adulti. Possiede altre funzioni utili al controllo delle attività che i nostri bambini svolgono nel WEB.


DOWNLOAD QUI

PGSURFER :
  1. Interfaccia utente user-friendly e layout grafico ben fatto.
  2. Blocco di pagine particolari su Internet.
  3. Blocca il download di software.
  4. Azione repressiva contro virus, malware, backdoor, spyware.
  5. Funzione per stabilire orari precisi di navigazione.
  6. Report dettagliatissimo sulle pagine aperte.
PGSURFER : SOFTWARE PROTEZIONE BAMBINI CONTRO SITI PORNO
Questo software di protezione bambini ha funzioni uniche come il controllo di eventuali virus in ingresso e il blocco del download di programmi, che potrebbero contenere virus. Stabilire un'orario a priori per la navigazione dei ragazzi, è anche un'ottima funzione.


DOWNLOAD QUI

K9 WEB PROTECTION :

  1. Interfaccia utente semplicissima da usare.
  2. Password di amministrazione che impedisce ai minori di accedere.
  3. Blocco di siti per adulti, siti di phishing, siti per peer to peer, siti di social networks.
  4. Controllo parole chiave utilizzate nel motore di ricerca.
  5. Scelta del blocco di siti che parlano di violenza, razzismo, droghe, ecc...
  6. Database presente sempre in continuo aggiornamento con siti da bloccare.
K9 WEB PROTECTION : IL MIGLIOR SOFTWARE PER PROTEGGERE I BAMBINI SUL WEB
Che dire di K9 WEB PROTECTION, è il miglior programma per proteggere i nostri bambini e ragazzi durante la navigazione WEB. E' quello che installo solitamente e che riesce a bloccare di tutto. Possiamo anche decidere di bloccare YOUTUBE, se vogliamo. Sicuramente consigliato !!!


DOWNLOAD QUI

PARENTAL CONTROL BAR :

  1. Interfaccia utente user-friendly.
  2. Barra di controllo della navigazione applicabile su Firefox e IE.
  3. Protezione con l'uso di una password.
  4. Numerosi filtri applicabili dai genitori dei bambini.
  5. Database aggiornabile di siti di cui impedire l'apertura.
PARENTAL CONTROL 
BAR : SOFTWARE PROTEZIONE BAMBINI
Bene, come vedete dallo screenshot sopra, questo software installa una toolbar nella parte superiore dei 2 browsers più diffusi IE e Firefox. Mentre un genitore, insieme al figlio, apre un sito "pericoloso" tramite un semplice clic sulla barra è possibile inserire l'idirizzo di quel sito nella lista di quelli di cui impedire l'apertura. Semplice da usare ed efficace.


DOWNLOAD QUI

Spero di aver fatto cosa gradita a tutti quei genitori che vogliono controllare i propri figli. Fatelo, non fidatevi di loro, poichè la loro curiosità li spinge a visitare ed a ricercare di tutto sul WEB. In alcune mie esperienze professionali, ho potuto verificare la visualizzazione, da parte di ragazzi minorenni, di siti con contenuti veramente osceni, che non voglio nemmeno descrivere. Una cosa orrenda !!!

 

Proteggiamo la navigazione dei nostri ragazzi e bambini su Internet, installando questi utilissimi software per proteggerli. Se necessario, installiamone 2 diversi (se non si verificano incompatibilità). Seguitemi comunque, perchè, se i vostri ragazzi dovessero trovare soluzioni efficaci per aggirare i programmi di protezione indicati, allora vi mostrerò come agire a livello di sistema operativo in maniera efficace.

I mezzi di prevenzione

Pedagogia e dialogo

Internet possiede questa specificità, i bambini possono essere esposti a dei contenuti nefasti in modo involontario. Occorre dunque essere presenti per inquadrare ed aiutare i vostri bambini nella scoperta d'Internet ; anche se a volte avete l'impressione che sono più avanti di voi nell’utilizzazione del computer.

Il dialogo genitori / bambini è fondamentale nella prevenzione dei rischi legati all'utilizzo d'Internet. Tutti gli altri mezzi di prevenzione vengono in complemento, così :

  • Dialogate con lui sui suoi centri di interesse e create una condivisione familiare attorno agli impieghi d'Internet.
  • Dategli una serie di consigli elementari come il non dare mai le sue coordinate a degli sconosciuti senza il vostro accordo o il non accettare appuntamenti con persone incontrate sulla rete senza averne parlato con voi.
  • Portate il vostro bambino a confidarsi con voi quando si trova di fronte ad un contenuto che lo mette in imbarazzo, lo disturba o lo interroga.

Controllo parentale

Dei software di controllo parentale possono completare la presenza fisica dei genitori filtrando l'accesso a certi contenuti indesiderabili grazie ad un'analisi meticolosa delle parole chiave e delle liste dei siti autorizzati o vietati da voi stessi completate.

Questi software permettono anche di limitare la durata e gli orari di connessione dei vostri bambini, impedire l'introduzione di informazioni personali, bloccare l'accesso ad alcune informazioni ecc.

Tutti i fornitori d'accesso ad Internet mettono gratuitamente a disposizione dei loro abbonati dei software di controllo parentale che si possono scaricare sui loro siti. Questi prodotti sono regolarmente attualizzati e valutati da esperti indipendenti. Esistono in commercio anche delle soluzioni a pagamento.

Non dimenticate di filtrare anche l'accesso ai siti web indesiderabili tramite i navigatori Internet che utilizzate (Internet Explorer, Firefox…). Tutti questi software propongono delle opzioni di filtraggio del contenuto nelle loro opzioni. Tuttavia, queste funzioni non sono spesso adattate ai servizi di messaggeria, di trasferimento dei file o di chat.

Infine, occorre ricordare che un software è soltanto un aiuto. Non potrà mai garantire una sicurezza totale dei vostri bambini su Internet ; il controllo parentale resta dunque soprattutto il lavoro dei genitori. Per questa ragione, delle semplici precauzioni si impongono come l’installare il computer in una stanza comune, restare vicino al bambino quando naviga su Internet o di porre delle regole d'utilizzo d'Internet.

Informarsi

Molto spesso i bambini sanno sbrigarsela meglio dei genitori sulla rete, quindi scoprite Internet con lui ed accompagnatelo nella ricerca dei nuovi siti o delle nuove applicazioni ed effettuate insieme alcuni lavori come l’assemblaggio fotografico, compiti scolastici o delle ricerche.

Informatevi anche sul funzionamento d'Internet e le sue trappole, in particolare avvicinandovi ad altri genitori o telefonando alla linea d'assistenza nazionale d'accoglienza telefonica (Net Ascolta Famiglia) messa in opera dall'associazione e-Enfance. Net Ascolta Famiglia risponde alle domande che si pongono i bambini, gli adolescenti ed i genitori sull'Internet fisso e mobile.

Potete anche abbonarvi alle newsletter dei siti di informazione per ricevere immediatamente le ultime attualità in materia di rischi e di sicurezza su Internet.

Segnalare i contenuti illeciti o scioccanti

L’Associazione dei Fornitori di Accesso e dei Servizi Internet (AFA) ha creato il sito www.PointDeContact.net il cui scopo è di lottare contro i « contenuti odiosi ».
Semplicemente e gratuitamente, tramite un formulario potete segnalare qualsiasi contenuto illicito o scioccante.