Theme Setting

Showcases

Background

This setting is only taking a look when select color and background.
If you want to set showcase color, background and disable Setting Bar, go to Templates Manager > AT-Templates > Global Tab

Go to Top

 

ART PROJECT, IL NUOVO SERVIZIO DI GOOGLE – Non c’è dubbio, Google sa come lasciare a bocca aperta gli utenti del web. Questa volta si è superato: Art Project, il nuovo servizio appena lanciato dal colosso di Mountain View è una di quelle novità che affascina come pochi. Ben 17 tra i musei d’arte più importanti del mondo, con più di mille opere d’arte al loro interno, sono ora visitabili online in 3D in perfetto stile Street View, la tecnologia che fornisce viste panoramiche a 360° gradi già utilizzata in Google Earth e che ora viene applicata anche agli interni.

Si può quindi entrare virtualmente dentro le stanze dei musei, muoversi al loro interno guidando i propri spostamenti con il mouse del computer, ci si può avvicinare ai quadri, ottenere informazioni su di essi attraverso un semplice click e guardarli da vicino, sfruttando l’alta risoluzione che ne risalta i colori e i tratti. Tra i musei che hanno aderito e collaborato all’iniziativa, sono visitabili il Moma di New York , la Tate Modern di Londra, l’Hermitage di San Pietroburgo e il Rijksmuseum di Amsterdam. A rappresentare l’Italia, la Galleria degli Uffizi di Firenze. Inoltre, tra tutte le opere presentate, una per ogni museo è stata selezionata per essere rappresentata in altissima definizione con risoluzione in gigapixel che permette di permette di osservare dettagli che sarebbero normalmente invisibili all’occhio umano, come i particolari delle pennellate e la patina del tempo. Agli Uffizi, l’onore dell’altissima definizione è andata alla “Nascita di Venere” di Botticelli: “Il supremo ideale di bellezza — commenta la soprintendente per il Polo museale fiorentino, Cristina Acidini — . Le grandi opere non smettono mai d’insegnarci e rivelare particolari segreti: grazie a queste moderne tecnologie è lecito aspettarsi la nascita di nuovissime teorie”.

I 17 musei sono solo l’inizio. Google ha intenzione di espandere il servizio e includere altri prestigiosi luoghi dell’arte come, ad esempio, per quanto riguarda gli italiani, il Museo Capodimonte a Napoli, la Galleria Nazionale d’Arte Antica di Palazzo Barberini, la Galleria Borghese di Roma e la Pinacoteca di Brera di Milano. Dopo aver digitalizzato il mondo con Earth, sembra che per Google sia arrivata l’ora della cultura. Ben venga.

Daniele Camilletti

fonte http://www.direttanews.it/

Elenco Articoli

Contact Us

Associazione Hacking Labs

Viale Europa 135

55012 Lammari (LU)

Phone: 0583 961015
Mobile: (+000) 00 654 123

info@hackinglabs.it